Identity

L’ATS di LiveRamp genera più del 340% del ROI per i marketer e la sua adozione è in aumento

May 19, 2021  |   LiveRamp

I marketer e gli editori hanno adottato l’Authenticated Traffic Solution di LiveRamp (ATS) come soluzione post-cookie. Ad oggi, centinaia di editori, brand e piattaforme in tutto il mondo, inclusi USA, UK, Francia, Italia, Spagna, Germania, Australia e Giappone hanno scelto l’ATS.

Avendo reso possibili centinaia di campagne pubblicitarie solamente nel primo trimestre del 2021, l’ATS ha potenziato un approccio people-based per creare audience indirizzabili su tutti i canali, rendendo le interazioni con i consumatori rilevanti e misurabili.  Dati i rapidi cambiamenti dei brand durante l’ultimo anno, questi si sono rivolti a noi per attivare le audience all’interno delle piattaforme tecnologiche, ugualmente hanno fatto gli editori con lo scopo di raggiungere persone reali – non cookies o dispositivi IDs.

I risultati di ATS sono qui, migliori prestazioni attraverso KPIs Chiave

Un nuovo studio di Forrester Consulting Total Economic Impact™ (TEI), commissionato da LiveRamp e reso pubblico oggi, ha rilevato che gli inserzionisti che usano la soluzione di LiveRamp al posto dei cookie di terze parti possono raggiungere il 343% di ROI in tre anni, con il ritorno entro solo sei mesi dall’investimento iniziale.

In tutto il mondo, oltre 100 marchi di differenti settori hanno già percepito questa urgenza, riconoscendo l’ATS come una soluzione duratura e preziosa per una perfetta attivazione, misurazione e attribuzione su display, mobile in-app, TV connesse e OTT. Rispetto alle campagne che utilizzano cookie di terze parti, i marketer hanno visto un significativo miglioramento con LiveRamp, che include:

  • Aumento del 403% delle prenotazioni di viaggio per una catena alberghiera leader a livello internazionale
  • 85-95% di Video Completion Rate (VCR) per una no-profit leader nella sanità sociale
  • Aumento medio dell’84.3% del ROAS sostenuto da più marchi nell’ultimo anno

In un momento in cui i dati di prima parte sono più importanti che mai, questa soluzione comprovata e praticabile assicura che l’open web può competere a parità di condizioni con i walled gardens attraverso qualsiasi canale o piattaforma.


Adozione crescente da parte degli editori, un impegno per l’autenticazione

Oltre 400 editori hanno sottoscritto o implementato l’ATS per offrire ai marketer un modo più efficiente per raggiungere i loro clienti e misurare i risultati delle campagne senza cookie di terze parti o identificatori di dispositivi. Attualmente, il 70% del Comscore 20 ed il 65% del Comscore 50 stanno lavorando con ATS per abilitare l’inventario people-based e migliorare la monetizzazione, tra cui Microsoft Advertising, il secondo editore al mondo, che ha visto un aumento superiore del 40% del CPM sulle impression autenticate nei test iniziali. Altri importanti editori che hanno adottato ATS sono Asahi, Burda Community Network, CafeMedia, Dennis Publishing, eBay Classifieds Group UK, Gumtree, IDG, OpenWeb, Planet Media, Prisma, Publift, Realtor.com, Seven West Media, Tubi e Cricket Australia, il primo editore in-app firmato.

ATS è sviluppato per durare del tempo, consapevole della normativa corrente e futura sulla privacy, e per garantire uno scambio di valore con maggiore trasparenza. È indiscutibile che le autenticazioni, anche al 30% si traducono in un inventario di alto valore e dati migliori.  Ad oggi, le campagne funzionano meglio grazie all’ATS, che aumenta la portata su Safari, Firefox ed Edge, e garantisce ai marketer un successo futuro.  Inoltre, coloro che adottano oggi una strategia di autenticazione, otterranno un vantaggio competitivo nella sostituzione di ID mobile, cookie altri identificatori problematici che non privilegiano la privacy dei consumatori.

Grazie alla diffusa adozione della piattaforma sin dalla sua entrata nel mercato,  LiveRamp è connesso con tutte le principali piattaforme – sia demand-side, sia supply-side – a livello globale, tra cui Amobee, Beeswax, Criteo, fluct, Index Exchange, InMobi, Magnite, MediaMath, Nativo, OpenX, PubMatic, Roku, Supership, The Trade Desk e Yieldlab. La soluzione naturale e interoperabile di LiveRamp offre ai marketer e agli editori scelta e controllo in termini di come vogliono acquistare e misurare i media e connettere i loro dati attraverso l’open Internet.

“L’industria digitale sta attraversando cambiamenti significativi, per via della fine dei cookie di terze parti e degli identificatori di dispositivi mobili. Abbiamo deciso di creare l’infrastruttura neutrale e interoperabile per questa nuova era e l’incredibile adozione mondiale di ATS dimostra che ci siamo riusciti”, ha detto il CEO di LiveRamp Scott Howe. “In poche parole, l’ATS restituisce agli editori ed ai marketer il controllo dei loro dati. Questo genera migliori risultati per i marketer, maggiori rendimenti per gli editori e offre maggiore trasparenza ai consumatori. Oltre 100 brand hanno testato l’ATS, compresi i clienti che lo hanno fatto attraverso partnership di agenzia, e ci aspettiamo che questo numero cresca ancora.”


Ecco come molti dei nostri clienti hanno sono padroni del loro futuro senza cookie usando LiveRamp ed i risultati che hanno visto:

“Solo nel primo test, LiveRamp ha fornito un aumento del 4% rispetto ai benchmark delle campagne nel tasso di video completion (VCR) oltre al 40% di metriche di costi più efficienti rispetto ai cookie”, ha commentato Manuel Cimarosti, direttore di media analytics e data strategy di Danone. “Questi risultati sono inestimabili poiché ci permettono di continuare a far crescere il nostro rapporto di prima parte con i consumatori attraverso più touchpoint e a reinvestire i risparmi per aumentare la nostra portata.”

“L’ATS ci ha permesso non solo di prepararci per un mondo senza cookie di terze parti, ma anche di eccellere in questo, aumentando drasticamente il valore del nostro inventario attraverso autenticazioni di prima parte”, ha aggiunto Yi-Fang Yen, Vice Presidente Senior di realtor.com. “Ci sentiamo più vicini ai clienti che mai, migliorando la nostra capacità di sfruttare al meglio il loro buying journey attraverso esperienze più avvincenti e personalizzate.”

“Gli spettatori della TV sono ora ben integrati negli ambienti streaming, che sono frammentati lungo un’ampia varietà di piattaforme di dispositivi. Questa è la sfida dei marketer di raggiungere e misurare una target audience multi-dimensionale. Avere un identificatore people-based è importante per garantire che le campagne pubblicitarie siano rilevanti attraverso canali e dispositivi”, ha aggiunto Mark Rotblat, Chief Revenue Officer di Tubi. “LiveRamp ci aiuta ad abilitare relazioni autenticate di prima parte con i nostri spettatori, così da poter continuare a fornire esperienze di impatto su larga scala.”

“Insieme a LiveRamp, stiamo rimettendo il potere nelle mani degli editori”, ha detto Paul Bannister, CSO di MediaCafe. “Stiamo consentendo a migliaia di media di aumentare le entrate, attivando i dati di prima parte in uno spazio sicuro e privacy-centric, senza doversi preoccupare della perdita dei dati, tutto questo grazie alla tecnologia di LiveRamp che migliora la privacy. Tramite la funzione Scoped Envelope di LiveRamp, stiamo già osservando che i segmenti di pubblico autenticati generano rendimenti molto più elevati rispetto a quando si utilizzano cookie di terze parti.”

Raccomandiamo a tutti di allontanarsi dai cookie entro Settembre, in modo da essere preparati per la stagione festiva. Contattaci a ats@liveramp.com e scopri come possiamo aiutarti, dalla valutazione alla pianificazione ed implementazione – per essere pronti al più presto.